28 gennaio 2019

Autore: EVclick Press

Il Metro: un veicolo commerciale elettrico targato Electropolis

Il Metro è un veicolo commerciale totalmente elettrico a emissioni zero messo sul mercato italiano da Electropolis, azienda che si occupa di mobilità elettrica e noleggio di veicoli commerciali e che progetta, assembla e realizza gli allestimenti del mezzo. Robusto, pur avendo un peso di soli 575kg, il Metro è aerodinamico e facile da manovrare ed è progettato per essere estremamente versatile e trasportare fino a quattro passeggeri. È possibile adattarlo a circa 50 differenti applicazioni per altrettanti diversi utilizzi. Può essere un veicolo per le consegne, per la logistica urbana, per la raccolta e molto altro. Inoltre, tale mezzo eco-friendly è pensato per lavorare giorno e notte, in maniera continuativa. Proprio per questo la cabina è spaziosa e confortevole e la capacità di carico è pari a 600 kg con un volume di . La velocità massima che può raggiungere sfiora i 90 km/h e i due pacchi batterie di cui dispone sono da 13kw/h. Questi ultimi consentono al Metro di avere un’autonomia superiore ai 270km/h, mentre una ricarica dura dalle 4 alle 8 ore.

Praticità, efficienza, durabilità e sicurezza

Le caratteristiche del Metro, oltre a renderlo amico dell’ambiente, permettono di ridurre al minimo i costi di mantenimento e manutenzione, nonostante siano garantiti ai massimi livelli praticità, efficienza produttiva, durabilità e affidabilità. Questo veicolo, infatti, a parità di performance, è tra gli elettrici commerciali più convenienti per il contenuto tecnologico e per la qualità del powertrain elettrico e del telaio, caratterizzato da rigidità torsionale laterale e longitudinale e da vari accorgimenti che rinforzano la struttura nelle aree critiche. Tali peculiarità, oltre a proteggere i passeggeri, limitano i problemi al vano batterie. Continuando a parlare di economia, il Metro conta soltanto 200 componenti e le batterie al Litio sono realizzate in modo innovativo: non ci sono trasmissioni, motore o sistemi di raffreddamento o alimentazione, quindi non servono additivi, olio, filtri o catene da sostituire. Riguardo alla sicurezza, per testare i pezzi dei veicolo sono state ripetutamente effettuate simulazioni computerizzate e “crash test” reali, il sistema frenante è all’avanguardia e il vano batteria è posto in fondo al veicolo per evitare il “rollover” durante le manovre di emergenza. La cabina, infine, è prodotta in acciaio rinforzato.

Tecnologia all’avanguardia e innovazione

La tecnologia e la spinta verso l’innovazione del Metro sono di grande impatto. L’azienda statunitense Cenntro, con la quale Electropolis collabora, ha sviluppato un “drive system” efficace anche per carichi elevati che si adatta alle esigenze dei singoli clienti in termini di: distanza, limiti di velocità e capacità di carico. Passando all’alimentazione, è possibile installare sul tetto del veicolo dei pannelli fotovoltaici. In questo modo, il Metro è capace di produrre energia e, di conseguenza, è in grado di aumentare la propria autonomia e la distanza di percorrenza. Ma non finisce qui. Con l’intento di promuovere il “traffico ecologico”, Electropolis può mettere a disposizione un servizio di Van Sharing corredato di app personalizzabile per gestire le prenotazioni. È sufficiente creare delle aree per la ricarica dalle quali i lavoratori prelevano il mezzo e dove lo lasciano nuovamente al termine della giornata lavorativa.

Condividi